Corte di Cassazione sentenza n. 456/2018,

Legittima la riscossione delle entrate affidata alla società in house partecipata da più comuni.Infatti la previsione letterale che l’art. 52 del d.lgs.446/1997 si riferisca all’ipotesi in cui la società sia IN HOUSE DI UN SOLO ENTE, non può escludere che la stessa sia interpretata in modo tale da “valorizzarne a pieno la ratio (al di là del dato letterale caratterizzato dall’impiego del numero singolare) che è appunto quella di estendere alle attività di accertamento e riscossione dei tributi locali, i vantaggi del legislatore stesso ravvisati nell’esercizio associato dei servizi pubblici locali di rilevanza economica”, con riferimento all’art. 113, c. 5, del TUEL n. 267/2000.

>> DOWNLOAD

Torna in alto