CORTE DI CASSAZIONE Ordinanza 07 novembre 2019, n. 28690

Cartella di pagamento – Notifica a mezzo raccomandata – Consegna al portiere dello stabile dove la società ha il domicilio – Validità

In ipotesi di notifica a mezzo del servizio postale, qualora il plico sia stato consegnato nel luogo indicato sulla busta che contiene l’atto, a persona dichiaratasi addetta al servizio del destinatario, l’agente postale non è tenuto ad accertare la corrispondenza al vero della dichiarazione (essendo sufficiente che essa concordi con la situazione apparente, consistente nella presenza del consegnatario nei luoghi indicati dalla norma, gravando sul destinatario l’onere di provare l’inesistenza della qualifica dichiarata dal consegnatane), nel caso di specie, in ottemperanza a quanto sancito nell’art. 26 del d.P.R. 602/73, la cartella di pagamento risultava notificata alla società ricorrente a mezzo posta raccomandata e la notifica della cartella in questione era stata perfezionata grazie al fatto che l’avviso di ricevimento era stato sottoscritto proprio dal portiere dello stabile dove la società aveva il proprio domicilio.

Torna in alto