Corte Costituzionale ordinanza n. 218 del 17/7/2009

Il canone per l’installazione di mezzi pubblicitari (CIMP) introdotto dall’art. 62 del d.lgs. n. 446 del 1997, costituisce non già una entrata patrimoniale di diritto privato, ma una mera variante dell’imposta comunale sulla pubblicità e conserva la qualifica di tributo propria di quest’ultima, con la conseguenza che le controversie aventi ad oggetto la debenza del CIMP hanno natura tributaria e la loro attribuzione spetta alla cognizione delle commissioni tributarie.

>> DOWNLOAD

Torna in alto